lunedì 5 dicembre 2011

Wedding planner

Com’ero tesa quel sabato mattina di metà ottobre!!! Mi stavo avvicinando all’hotel dove avrei cominciato il corso per diventare wedding planner e Rinaldo, il mio meraviglioso uomo, mi ha chiesto come mi sentivo, gli ho risposto che neanche il giorno che cominciai la prima elementare mi ero sentita così nervosa; avvicinandomi alle mie compagne di corso mi sono accorta che c’era quel lieve imbarazzo, piacevole però, che ci accomunava tutte, uno sguardo per valutare se ci fosse stata una futura concorrente pericolosa, una probabile alleata sulla quale contare e poi un gran respiro e tutte in aula, a cominciare un’avventura che ci avrebbe accompagnato per quasi due mesi.
Non voglio parlare della pungente, attraente ironia con la quale Nicola Santini ci ha incantato nel primo giorno di lezione, né dilungarmi sul travolgente fascino di Diletta Brighel che ha rapito ognuna di noi sia in aula e ancor più in fiera, a TuttoSposi; potrei narrare dell’artistica vaghezza di Duccio Bertini, tutto perso nella sua musica, o della miracolosa influenza che ha avuto su di me la lezione di Saul Rinaldi (cinque anni fa non sapevo neanche accendere un pc, grazie a lui ho creato un blog in un pomeriggio!!!),raccontare di Sebastian Rimondi che ci ha fatto “vedere” le sue foto solo parlandone con un allegro accento bolognese;  preferite sapere quant’è esauriente e divertente Simona Cappitelli con i suoi aneddoti  o conoscere la pazienza e la professionalità di Natalina Villanova (se tutti i commercialisti fossero come lei la gente gareggerebbe per pagare le tasse)?… potrei parlare di tutti loro, ma avrei bisogno di un blog a parte; potrei parlare dello strepitoso gruppo di ragazze che mi ha accompagnato in queste sei lezioni, giungendo alla conclusione che non ci sono rivali ma splendide colleghe con le quali cooperare. Potrei, potrei… ma voglio dire grazie a tutte e a tutti, mi avete insegnato un’infinità di cose, mi avete fatto scoprire dettagli inimmaginabili, nozioni fondamentali, particolarità da curare… l’ho detto domenica sera, alla fine dell’ultima lezione,  mentre salutavo Natalina e le mie colleghe: “Come vorrei essere bocciata!!”

8 commenti:

  1. Antooooooo..mi hai fatto commuovere!!! condivido e sottoscrivo tutto quello che hai detto..è stato bello conoscerti e giovedì prossimo festa festa festa..per il tuo premio, per tutte noi neo wp e per Natalina che ha reso possibile tutto ciò! un bacio :)

    RispondiElimina
  2. Chiaraaaaa!!! Ma che bello aver conosciuto persone come te, sono ancora emozionata... non vedo l'ora che sia giovedì: festafestafesta!!! Bacio a te :)

    RispondiElimina
  3. Che dolce Antonella!!! Anche a me ha fatto un immenso piacere conoscere te e le altre ragazze! Te,con la tua simpatia prorompente che ha arricchito le lezioni in aula,te con un bagaglio di esperienza alle spalle degno di nota! Il tuo modo di essere che arricchirà il tuo arcobaleno con un nuovo colore: il colore Antonella!
    Un abbraccio grande e in bocca al lupo per questa tua nuova avventura!
    Ps:peccato che non potrò essere presente il 15....purtroppo lavorerò.....uffffffffff!!!
    Barbara

    RispondiElimina
  4. No,scusa! ma io dov'ero in quella foto??????????

    RispondiElimina
  5. grazie Barbara, il mio bagaglio si è arricchito tantissimo da quando ho avuto il piacere di conoscere persone come te, come tutte le altre colleghe e le docenti...ma te c'eri alla fiera TuttoSposi????

    RispondiElimina
  6. Fantastico Antoooo!!!!!!! Non potevi riassumere queste sei lezioni meglio di così'!!!!! Mamma mia, sono volate!!!! Non vedo l'ora sia il 15 e mi raccomando.... Abito stile impero e rossetto rosso!!!!! Bacio

    RispondiElimina
  7. Anto!! certo che c'ero!!!! Non te lo ricordi??????????????? abbiamo pure commentato la "bellezza" (IHIHIH) di alcuni abiti da sposa!!!!

    RispondiElimina
  8. ^__^ non ho parole!

    RispondiElimina